4 Marzo Elezioni Politiche

Info sulle prossime elezioni politiche.

Quando si vota
Domenica 4 marzo 2018 dalle ore 7,00 alle 23,00. Gli elettori che si troveranno nel seggio alla scadenza degli orari stabiliti saranno ammessi a votare nell’ordine in cui sono presenti.
Apertura Ufficio Elettorale
Venerdì 2 e sabato 3 marzo dalle ore 9,00 alle 18,00; domenica 4 marzo dalle ore 7,00 alle 23,00.
Rilascio duplicato Tessere Elettorali
Gli elettori, per poter esercitare il diritto di voto presso gli uffici di sezione nelle cui liste risultato iscritti, dovranno esibire, oltre ad un documento di riconoscimento valido, la tessera elettorale personale a carattere permanente, che dal 2000 ha sostituito il certificato elettorale. Chi avesse smarrito la propria tessera personale, potrà chiederne il duplicato all’Ufficio Elettorale a partire dal 26 febbraio 2018. Agli elettori che hanno esaurito gli spazi sulla tessere elettorale ricordiamo che per poter votare è necessario chiedere il rilascio di una nuova tessera: per ottenerla occorre recarsi all’Ufficio Elettorale portando con se la tessera esaurita e un documento di identità. La richiesta deve essere sottoscritta dal diretto interessato su specifici moduli, disponibili presso l’ufficio Elettorale del Comune e consegnata allo stesso situato al piano terra del Palazzo Municipale in P.zza Leumann n. 1, anche tramite altra persona maggiorenne, munita di documento di riconoscimento, esibendo l’originale della Tessera Elettorale con gli spazi esauriti e un documento di identità in corso di validità.
Apertura Ufficio Anagrafe
Sabato 3 marzo dalle ore 9,00 alle 18,00; domenica 4 marzo dalle ore 7,00 alle 23,00.
Servizio di trasporto ai seggi per cittadini disabili
Nel giorno della votazione sarà istituito il servizio di trasporto e accompagnamento, presso i seggi elettorali, per gli elettori non deambulanti o portatori di handicap. Per prenotare il servizio contattare l'Ufficio Elettorale (tel. 011.9670208) nei giorni di venerdi 2 marzo e sabato 3 marzo dalle 9 alle 18. Il rilascio dei certificati agli elettori fisicamente impediti al voto avverrà presso il Servizio di Medicina Legale ASL TO3 – Distretto di Venaria Reale – Via Silva n.8, tel. 011/4991256-1269. Gli elettori potranno rivolgersi per informazioni e prenotazione della visita nelle giornate (dal lunedi al venerdi) che precedono le consultazioni elettorali. Nel giorno che precede la consultazione elettorale (sabato 3 marzo 2018) e nel giorno della votazione (domenica 4 marzo) un medico legale sarà a disposizione, in regime di reperibilità, dalle ore 8,00 alle 20,00. Info: 011.95511.
Chi può votare
Camera dei deputati:maggiori 18 anni; Senato della Repubblica: maggiori 25 anni.
Come funziona la nuova legge elettorale
La nuova legge elettorale Rosatellum-bis prevede che il 64% dei parlamentari sia eletto con il sistema proporzionale e il restate 36% con quello maggioritario. La soglia di sbarramento è del 3% per le singole liste e del 10% per le coalizioni. Non è previsto nessun premio di maggioranza.
La scheda elettorale (uguale per la Camera e per il Senato) Mettendo una X sul nome del candidato il voto va alla persona scelta per quanto riguarda la sfida nel collegio, mentre per la parte proporzionale sarà ripartito tra i partiti che lo sostengono. Mettendo una X sul simbolo di un partito il voto va direttamente alla lista scelta per quanto riguarda il proporzionale e al candidato sostenuto nel collegio per il maggioritario.
IMPORTANTE: non è ammesso il voto disgiunto; non si può votare il candidato di una lista e un partito che non lo appoggia.
Voto a domicilio
E' l'esercizio del diritto di voto, al proprio domicilio. Con l'approvazione delle Legge 7 maggio 2009, n. 46 viene esteso il diritto di voto al voto domiciliare anche ad altre categorie di elettori intrasportabili affetti da gravissime infermità. Infatti, oltre agli elettori affetti da gravi infermità che si trovino in condizioni di dipendenza continuativa e vitale da apparecchiature elettromedicali tali da impedirne l'allontanamento dall'abitazione in cui dimorano, sono ammessi al voto domiciliare anche gli elettori affetti da gravissime infermità tali che l'allontanamento dall'abitazione in cui dimorano risulti impossibile. Per esercitare il voto a domicilio occorre compilare un modulo attestante la volontà di esprimere il voto presso il proprio domicilio, recante l' indirizzo completo ed un numero telefonico; il modulo va consegnato all'Ufficio Elettorale in un periodo compreso tra il 40° ed il 20° giorno antecedente la votazione ovvero da martedì 23 gennaio 2018 a lunedì 12 febbraio 2018. Il voto domiciliare sarà possibile anche qualora l'elettore dimori in un Comune diverso da quello di iscrizione. Alla domanda devono essere allegati:- fotocopia della tessera elettorale - fotocopia del documento di riconoscimento- certificato rilasciato dal funzionario medico designato dall'ASL competente - Medicina Legale - non prima del 18 gennaio 2018 (45° giorno antecedente la data della votazione), che attesti l'esistenza delle condizioni di infermità, con prognosi di almeno 60 giorni decorrenti dalla data del rilascio del certificato, o condizioni di dipendenza continuativa e vitale da apparecchiature elettromedicali. Qualora sulla tessera elettorale non sia già inserita l'annotazione del diritto al voto assistito, il certificato deve attestare l'eventuale necessità di un accompagnatore per l'esercizio del voto.
Voto assistito
Gli elettori affetti da gravi infermità che necessitano dell'assistenza in cabina di un accompagnatore, possono individuare come loro accompagnatore un qualsiasi elettore della Repubblica che potrà accompagnare un solo invalido. Una volta al seggio occorrerà esibire al Presidente: Un certificato medico rilasciato dall'ASL attestante che l'infermità fisica impedisce all'elettore di esprimere il voto senza l'aiuto di un altro elettore oppure la tessera elettorale su cui è stato apposto il timbro AVD. L'elettore può infatti richiedere all'Ufficio Elettorale del Comune l'apposizione sulla tessera elettorale di un timbro a carattere permanente, che gli eviterà di doversi munire dell'apposito certificato medico ogni volta che si svolge una consultazione elettorale. A tal fine è necessario presentare apposita richiesta e corredarla di certificazione sanitaria rilasciata dal funzionario medico designato dall'ASL competente - servizio di Medicina Legale - attestante che l'elettore è impossibilitato in modo permanente ad esercitare autonomamente il diritto di voto. Nel caso in cui la richiesta venga presentata da un elettore non vedente, è sufficiente che la stessa venga corredata dall'esibizione del libretto nominativo di pensione attualmente rilasciato dall'INPS oppure dal Ministero dell'Interno, nel quale sia indicata la categoria "ciechi civili" ed uno dei seguenti numeri: 05, 06, 07, 10, 11, 15, 18, 19).