04. LAVORO E ATTIVITA’ PRODUTTIVE

Diverse sono state le iniziative attivate per fronteggiare la crisi occupazionale e per migliorare le condizioni di lavoro degli operatori economici attualmente presenti sul territorio.

“OCCUPAZIONE E SVILUPPO ECONOMICO DEI SETTORI PRODUTTIVI (COMMERCIO, AGRICOLTURA, INDUSTRIA E TURISMO)”

Cantieri di lavoro: hanno impiegato, dal 2011 al 2015, n. 23 soggetti. Il cantiere prevede 25 ore settimanali per n. 260 giornate lavorative.
Progetto “PRATICO”- azioni di contrasto alla crisi”.
Iniziativa finalizzata al reinserimento lavorativo, attivato in collaborazione con il Patto Territoriale Zona Ovest. Prevede un periodo di formazione di tre mesi a cui seguirà un tirocinio presso le aziende individuate da apposita agenzia. Dal 2011 al 2015 hanno beneficiato 47 soggetti, nel 2016 ne sono previsti altri 10.
Progetto “LEONARDO”, consente, ai giovani del territorio, di fare un esperienza professionale presso aziende dell’Unione Europea.
Volontari in servizio civile, il progetto per l’impiego di volontari in servizio civile, è in collaborazione con il Comune di Giaveno. Nel febbraio 2014 è stato attivato il progetto per n. 4 volontari.
Borse di formazione lavoro e stage in imprese locali disponibili ad eventuali assunzioni Tifa.


CON DELIBERAZIONE DELLA GIUNTA COMUNALE N. 83 DEL 10 APRILE 2013, È STATO APPROVATO IL PROGETTO TIFA (TIROCINI FINALIZZATI ALL’ASSUNZIONE).


Il progetto prevede l’attivazione di tirocini della durata di 6 mesi, finalizzati ad una possibile assunzione presso le aziende operanti sul territorio, di cui i primi 3 mesi retribuiti dal Comune. Attivati 5 progetti nel corso del 2013 e 3 nel corso del 2014.
Convenzione stipulata con il Ministero della Giustizia per lo svolgimento dei lavori di pubblica utilità. Nel corso dell’anno 2013 sono stati avviati e conclusi n. 2 lavori ENEL, nel 2014 sono stati avviati e conclusi n. 5 lavori.
Apertura Sportello Lavoro, gestito dalla SLI – Scuola Lavoro Impresa, ente di formazione, orientamento e servizi al lavoro, accreditato dalla Regine Piemonte, aperto 20 ore settimanali. Al 31 dicembre 2015, sono 196 cittadini residenti sul territorio pianezzese, che hanno usufruito delle prestazioni offerte dallo sportello. Gli utenti si sono avvalsi, gratuitamente, dei servizi di informazione ed orientamento formativo e professionale, supporto nella redazione del curriculum, consulenza nelle metodologie di ricerca attiva e consultazione di siti specializzati. I giovani sotto i 30 anni sono stati indirizzati all’adesione del progetto Garanzia Giovani, che prevede un inserimento in azienda attraverso un tirocinio, mentre gli “over 30” sono stati accompagnati in percorsi di ricollocazione professionale ed indirizzati a progetti specifici di formazione o inserimento lavorativo.
• Promozione per la creazione di cooperative finalizzate ad operare sul territorio comunale. Sono stati organizzati seminari per informare i giovani sulla possibilità di creare delle cooperative per operare sul territorio. Approvata delibera del Consiglio Comunale del 27 novembre del 2012, della cosiddetta “clausola sociale”, finalizzata a favorire, negli appalti pubblici, l’inserimento lavorativo delle fasce deboli della popolazione.
Corsi badanti: istituiti tre corsi badanti, uno con SLI e 2 con Villa Iris. Hanno visto coinvolti circa 60 ragazzi pianezzesi. Di questi molti sono stati già inseriti in ambito lavorativo.
Tirocini di inserimento/reinserimento lavorativo a favore di persone inoccupate o disoccupate all’interno di uffici e servizi del comune.


COMMERCIO

Si è cercato di tutelare il più possibile le attività di commercio di vicinato, fortemente compromesse dai nuovi sistemi di approvvigionamento delle famiglie, che si rivolgono con
preferenza, alla media e grande distribuzione localizzata sul nostro territorio e nei Comuni confinanti. La presenza della media distribuzione a Pianezza è per il cittadino, una facilitazione
nell’approvvigionamento ed offre un’ampia varietà di prodotti. Ma questo beneficio, in parte, ha contribuito alla desertificazione del commercio di vicinato che a poco a poco ha perso mercato. È venuta a mancare la “fidelizzazione” commerciante-consumatore, il quale preferisce fare i propri acquisti in strutture commerciali che abbiano ampie offerte e prezzi convenienti.


L’Amministrazione comunale ha cercato di mettere in atto numerose iniziative al fine di ricostruire il binomio negozioconsumatore, fiducia-prodotto di qualità.
Rivitalizzazione del centro storico con la sponsorizzazione di eventi.
Ampliamento del Centro Commerciale di via Musinè. Avviato lo studio di ampliamento del centro commerciale in attesa dello spostamento dei tralicci dell’alta tensione.
Studio per il miglioramento dell’offerta merceologica nei negozi di Largo 2 giugno Istituzione della Consulta degli operatori commerciali.
Potenziamento del servizio di distribuzione farmaceutica, con possibile trasferimento della farmacia comunale presso largo 2 giugno e di una nuova presso il centro commerciale di Via Musinè, al fine di garantire un’equa distribuzione del servizio alle zone scarsamente servite e di nuova urbanizzazione.
Istituito un mercato sperimentale dell’antiquariato in Piazza Vittorio Veneto.
Mercato sperimentale di ortofrutta del Martedì pomeriggio in Piazza Vittorio Veneto.
Attivato in forma sperimentale il mercatino denominato “Mercanti per un giorno” con cadenza ogni terza Domenica del mese.
Promosse e organizzate in collaborazione con l’ASL, corsi di formazione obbligatoria per l’aggiornamento dei requisiti degli operatori addetti alla somministrazione di alimenti.
Creazione di un centro commerciale virtuale “APPCHE SCONTO” per consentire ai commercianti locali una maggiore visibilità attraverso la pubblicità on-line con l’app disponibile per i cellulari.
Individuate le aree destinate agli spettacoli viaggianti: Piazza del Millenario e Piazzetta Don Bosco.
• Sono stati emessi i bandi perl’assegnazione di due chioschi di ristoro, in viale Aldo Moro ed in Via Pavese.
Aumentati i posti destinati ai produttori agricoli locali al mercato del giovedì.
Attivata la consulta delle attività degli operatori commerciali e artigianali.


ATTIVITÀ SVOLTE PER POTENZIARE L’AGRICOLTURA

Manutenzione straordinaria delle strade campestri con pulizia sistematica dei fossi e regolamentazione della viabilità dei mezzi pesanti. Posizionate le barriere che consentono l’accesso esclusivo alle aree agricole ai soli operatori agricoli.
Contributo al Consorzio del Canale dei Prati di circa 8.000 euro annui, per interventi urgenti ed indispensabili di miglioria e consolidamento dell’alveo del Canale.
Promozione del territorio agricolo: istituita la sagra del melicotto in collaborazione con la Proloco.
Creazione di un marchio per il riconoscimento e valorizzazione dei prodotti tipici comunali, elaborazione e sviluppo di nuove forme per la loro commercializzazione.
Studio di fattibilità per la messa in sicurezza del Rio Fellone.
• Obbligo dell’utilizzo di prodotti tipici locali nelle mense scolastiche.


ATTIVITÀ SVOLTE PER POTENZIARE L’INDUSTRIA

Interventi di riqualificazione mirati al miglioramento del decoro della zona industriale.
Accurata manutenzione dell’illuminazione pubblica e delle strade della zona industriale.
Attivazione di progetti per inserimento lavorativo tramite TIFA a garanzia dei giovani.
Pianezza Innova, incubatore tecnologico.
Progetto per una nuova zona industriale moderna, servita dalla banda larga, implementazione telecamere di sorveglianza.

ATTIVITÀ SVOLTE PER POTENZIARE IL TURISMO

Inserimento della nostra cittadina nel percorso della via Francigena e apertura dell’ostello del pellegrino, adiacente alla chiesa Madonna della Stella.
Valorizzazione dei beni artistici e storici promossi in collaborazione con le associazioni locali
Formazione delle guide turistiche comunali.
Gemellaggio con il Comune di Gangi in provincia di Palermo, giudicato il borgo più bello d’italia nel 2014.